Perché scegliere un Master: l’acceleratore di carriera

Tabella dei Contenuti

Stai valutando la scelta di un Master?

Se la risposta è “sì” o se stai solamente raccogliendo le informazioni a tal riguardo riguardo per prepararti al tuo futuro, sei nel sito giusto: grazie alla mia esperienza come coach di carriera e recruiter, ho realizzato per te questa mini-guida gratuita in due parti dedicata alla ricerca di lavoro e sviluppo di carriera tramite un Master!

Voglio farti i complimenti perché, in un mondo popolato da troppe persone in cerca di risposte semplicistiche a problemi complessi, se stai leggendo questa guida vuol dire che ci tieni davvero al tuo futuro e stai facendo un saggio investimento del tuo tempo in un’attività da persone vincenti: leggere per informarti.

Parte 1 – perché scegliere un Master 

Prima di entrare nel vivo della questione, una doverosa premessa riguarda il CV: se mi segui da un po’ sai che è stato il mio cavallo di battaglia per molto tempo.

Il CV è e rimane fondamentale ma da solo non può colmare un eccessivo divario tra le tue competenze e ciò che richiedono le imprese. Se sei una persona ambiziosa, se vuoi accedere a lavori ben pagati e qualificati, se vuoi un aiuto concreto a trovare il lavoro che meriti, allora la scelta di un Master è quella migliore per raggiungere i tuoi obiettivi.

Proprio perché viviamo in un mondo sempre più sbagliato, dove il tutto il sistema – politico, lavorativo e formativo – sta dimostrando tutta la sua arretratezza ed ingiustizie, per compiere i passi giusti per la tua carriera ti occorre prima un aumento di consapevolezza… soprattutto se si tratta di fare una scelta importante come quella di investire i tuoi risparmi in un Master: un percorso formativo costoso ed impegnativo che deve portare i risultati attesi!

Parliamoci chiaramente: sebbene non sia possibile mapparla con precisione, c’è una chiara tendenza da parte delle imprese a preferire i candidati che hanno conseguito un Master. Le cose sono drasticamente cambiate rispetto ai tempi dei nostri genitori, per non parlare dei nostri nonni, dove il diploma superiore o tecnico era un titolo spendibile sul mercato del lavoro ed a quei tempi la laurea era un enorme valore aggiunto.

10 anni fa ti avrei detto “lascia perdere il Master appena ottenuta la laurea” perché, salvo gravi scompensi di un percorso formativo, non era affatto necessario per lavorare ed era invece raccomandato dopo aver fatto un po’ di esperienza lavorativa reale, comprese le eventuali carenze da colmare e dove si volesse andare.

Tuttavia, oggi le cose sono drasticamente cambiate: i Master sono un acceleratore di processo, velocizzano l’ingresso nel mercato del lavoro grazie a due fattori:

      • Sono quasi sempre accompagnati da possibilità di placement dentro le imprese

      • Forniscono le competenze pratiche che all’Università raramente vengono insegnate

    Scegliere un Master però è più difficile di quel che sembri, sia perché c’è così tanta offerta formativa da creare confusione, sia perché è come un tatuaggio, un marchio indelebile che ci accompagna per tutto il nostro percorso di vita… che quindi non ammette errori!

    Se già mi segui, sai che è dal 2015 che aiuto in qualità di psicologo del lavoro e coach di carriera tante persone come te ad ottenere il lavoro che meritano e che li rende felici. E sai cosa ho notato sui grandi numeri? I seguenti punti fondamentali:

        1. Come primo obiettivo, le persone cercano di mettersi al riparo dalla povertà e dalla disoccupazione, cercando rifugio nel primo lavoro che trovano per poi cercare modi di aumentare il proprio stipendio.

        1. La spinta a soddisfare il bisogno economico è così forte che in molti si dimenticano di considerare anche quali siano le loro passioni.

      Il risultato è che in molti si concentrano solo sull’aspetto economico, pensando che titoli e qualifiche da soli possano bastare a portare il successo lavorativo e quindi retributivo, per poi rendersi conto che fare tutti i giorni la stessa cosa li nausea, li intossica e si ritrovano disperati a metà strada con il desiderio di cambiare lavoro senza sapere come muoversi.

      Ma come puoi raggiungere l’eccellenza in una professione se non provi passione per quello che fai?

      La verità è semplice: non puoi.

      Puoi tenere duro più a lungo degli altri se hai figli a carico o se, per qualsiasi motivo, ti manca il supporto economico della tua famiglia d’origine e non puoi quindi permetterti il lusso di prendere “pause” dal lavoro. Ma così è come vivere con una pistola sempre puntata alla testa, per tutta la vita. Una condanna all’infelicità perpetua che non auguro a nessuno.

      Correggere le strade professionali iniziate male non è impossibile ma nemmeno è la strada più semplice, specialmente in un Paese come l’Italia ad endemica crisi occupazionale (leggi “disoccupazione strutturale voluta”) dove culturalmente siamo poco inclini a concedere possibilità di riconversione professionale a chi si presenta (anche solo in apparenza) disallineato rispetto alle necessità lavorative delle imprese.

      Invece, è molto meglio fare certe scelte quando sei ancora “creta da modellare” così da poter trovare il miglior equilibrio soggettivo tra passioni personali ed opportunità lavorative: il mondo, infatti, ha bisogno un po’ di tutto ma nelle adeguate proporzioni e soprattutto in base al contesto! Per avere una vita felice e piena, infatti, non devi rinunciare ai tuoi sogni ma devi solo capire che strada prendere per poterli raggiungere ed a cosa devi rinunciare per un benessere più grande. Se, per esempio, vuoi specializzarti in Biologia marina, difficilmente potrai farlo restando abbarbicati alla tua casa nel centro di Aosta o di Bolzano! E, credimi, non c’è nulla di impossibile se davvero lo vuoi: l’importante è iniziare a muoversi nel modo giusto dalla laurea in poi.

      Una delle più grandi ingiustizie che combatto nel mio ambito professionale, infatti, è quella enorme pressione alla carriera sin dalla più giovane età. Sono in pochi quelli che hanno un sogno sin dalla nascita e che lo trasformano in una chiara ambizione dopo i 18 anni, mentre la stragrande maggioranza di noi trova la propria vocazione strada facendo e sperimentando poco alla volta.

      Proprio per questo, il Master ha anche una funzione “correttiva” delle lauree più deboli, come filosofia ed in generale quelle umanistiche, perché consente di usare la cultura generale come terreno fertile per acquisire delle solide competenze tecniche, mantenendo flessibilità e creatività.

      Ora, se hai ben compreso l’utilità di un Master per te e se desideri esplorare le varie opportunità, hai due scelte:

      1.  Leggere la seconda parte di questa guida, dedicata a come identificare il master giusto per te (clicca qui per leggerlo)
      2. Seguire un mio consiglio e visitare il sito dell’unico Ente di formazione sul quale so di poter garantire in termini di qualità, mettendoci la mano sul fuoco … perché ci insegno, q quindi mi ci gioco la reputazione.


      Clicca sul seguente link https://www.nexttalentacademy.it/ ed accedi alla sessione “Master” in alto a destra per esplorare i percorsi di carriera disponibili, in costante aumento.

      Sono tutti percorsi ad alto sbocco occupazionale a fronte di investimenti accessibili, senza intaccare la qualità e con servizio placement garantito.

      Sarei felice di averti come prossima persona felice che ha ottenuto il lavoro che merita!

      Mattia Loy – psicologo del lavoro e career coach

      Se hai bisogno di un semplice consiglio gratuito su come scrivere il CV, il profilo LinkedIn e – in generale – su come trovare lavoro,
      scrivi un commento alla fine di questo articolo e ti risponderò volentieri il prima possibile.

      Vuoi un supporto professionale per ottenere il lavoro che meriti?

      Inviami il tuo CV tramite il form qui sotto per una valutazione gratuita: saprò aiutarti!

      inviami il tuo CV per una valutazione gratuita

      Tabella dei Contenuti

      Master ad alto sbocco occupazionale con servizio placement garantito
      Trova le offerte di lavoro raccolte da tutto il web!
      Ente Bilaterale Aziendale per la formazione e la Sicurezza: convenzione per il supporto all'occupazione
      Convenzione per la traduzione del tuo CV in lingua inglese per lavorare all'estero e nelle multinazionali

      Lascia un commento

      Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *