Colloqui di selezione: essere sé stessi è davvero utile?

Quella che segue tra le domande più ricorrenti che mi vengono fatte quando i miei studenti e clienti mi chiedono come superare i colloqui di selezione: essere sé stessi è davvero utile?

A tale domanda non si può rispondere in modo secco con un sì o con un no, dato che la risposta finirebbe per essere come una delle ironiche (finte) frasi di Osho che si vedono su Facebook che, rimaneggiata per non essere volgare, potrebbe diventare come:

“Sii te stesso, ma se vai male non ti sforzare e sii pure qualcun altro”

Ma nemmeno essere qualcun altro può essere la soluzione! Dunque, cosa funziona davvero? Forse conviene partire proprio dalla fine, procedendo per esclusione.

Continua a leggere